Far fare il ruttino al neonato dopo la poppata: trucchi

Il neonato non fa il ruttino dopo la poppata: come fare per facilitare il ruttino del neonato? E’ molto importante che il bambino appena nato faccia il ruttino dopo l’allattamento al seno. Il suo organismo, infatti, non è del tutto sviluppato, i suoi organi sono ancora in fase di “test”.
Ruttino neonato
Ed è per questo che il neonato andrebbe allattato esclusivamente con latte materno: il suo stomaco ed il suo intestino non sono ancora pronti per ingerire altri alimenti. E’ per questo che la sua alimentazione è a base di latte: perchè è in grado di digerire solo quello.

Il ruttino del neonato: è necessario?

Durante la poppata, il neonato non succhia solo il latte della mamma. Mentre mangia, infatti, ingurgita aria. Ciò causa una bolla d’aria (“bolla gastrica”) che si forma nella parte superiore dello stomaco. Questa bolla inizia ad essere fastidiosa quando comincia la digestione: è in questo momento che la “bolla d’aria” comincia a muoversi. L’aria in eccesso, inoltre, conferisce al neonato una falsa sensazione di sazietà. Ed è per questo che, spesso, il neonato interrompe la poppata prima del tempo. La mamma, allora, dovrà interrompere la poppata, di tanto in tanto, per favorire il ruttino del neonato e per evitare che il piccola non assuma la giusta quantità di latte materno.

Il neonato non fa il ruttino: come mai?

Non c’è da preoccuparsi se il neonato non fa sempre il ruttino alla fine (o durante) la poppata. Se il neonato non fa il ruttino vuol dire che non ha ingerito una grossa quantità d’aria. Il bambino può terminare il pasto senza fare il ruttino: non c’è alcun problema. Il ruttino, infatti, non è il segnale che il neonato ha digerito bene. I segnali che ci indicano che il neonato non ha digerito bene sono altri.
Allora perchè il neonato non fa il ruttino dopo la poppata? Perchè non ha succhiato con grande voracità e che non ha ingerito una grande quantità d’aria.

Come far fare il ruttino al neonato: trucchi per facilitarlo

Ogni mamma sa che, dopo la poppata, il neonato deve fare il ruttino. Ma vi abbiamo spiegato che non vi è nulla di patologico nel mancato ruttino. In ogni caso, per favorire la digestione del neonato e per evitare fastidiosi doloretti dovuti alla “bolla d’aria”, vi segnaliamo alcuni trucchi ed accorgimenti per favorire il ruttino del neonato.

– dopo aver allattato al seno il neonato, sollevatelo, mettetelo con la schiena dritta e la testolina appoggiata sulla vostra spalla. Con la mano massaggiategli delicatamente la schiena dando qualche leggero colpetto.
Ruttino sulla spalla

– un’altra posizione che può favorire il ruttino del neonato è questa: fate sedere il bambino sulle sue ginocchia, tenetelo ben dritto ed appoggiate la mano sul suo pancino. Con l’altra mano date qualche leggero colpetto sula schiena.

– ponete il neonato seduto sulle vostra ginocchia: potete mettere il bambino in questa posizione quando interrompete la poppata per provare a fargli fare il ruttino.
Ruttino da seduto

– un’altra posizione molto efficace (ma tendenzialmente sconsigliata se il neonato soffre di rigurgito) è mettere il bambino sdraiato sulla pancia: massaggiate delicatamente la schiena del neonato. In questo modo potreste favorire l’emissione di aria dopo la poppata.
Ruttino

– quando il bambino è diventato un po’ più grande, potete provare a farlo sedere sulle ginocchia, a sostenerlo sotto le ascelle e a fargli fare qualche piccolo “saltello”.

Ruttino dopo l’allattamento: consigli utili

In genere, il neonato che si riempie d’aria durante la poppata al seno, è un bambino che mangia voracemente. E’ un circolo vizioso: il neonato succhia voracemente, si riempie d’aria, interrompe la poppata perchè si sente sazio e, ancora peggio, dopo qualche minuto inizia a sentire dolore allo stomaco. Come impedire tutto ciò?
Innanzitutto scegliete un posto tranquillo della vostra casa per allattare il neonato. Il bambino deve essere calmo, rilassato e sereno. Offritegli il seno con calma, delicatezza e serenità: in questo modo lo aiuterete ad approcciarsi alla poppata in maniera più tranquilla. Vedrete che il neonato succhierà meno voracemente e non si riempirà d’aria.

Nonostante tutti questi accorgimenti il neonato non fa comunque il ruttino? Non preoccupatevi: tenete solo il bambino in posizione eretta per 15-20 minuti dopo la poppata prima di metterlo sdraiato nella culla.

Il neonato non fa il ruttino: quando è un problema

A volte la mancanza di ruttino può indicare un problema di digestione. Ovviamente la sola mancanza di ruttino non può indicare un problema simile. E’ necessario osservare alcuni indizi.
Coliche neonato

Se il neonato non cresce in maniera regolare, se piange spesso, se è molto irritabile, se il suo pancino è spesso gonfio, se stende la gambe per emettere aria e se soffre di coliche gassose, è necessario rivolgersi al pediatra per segnalare il problema.
Se il neonato non digerisce bene potrebbe anche vomitare, avere problemi di diarrea o di stitichezza. Insomma, come avrete intuito, i problemi digestivi hanno ben altri sintomi.

 

Far fare il ruttino al neonato dopo la poppata: trucchi was last modified: agosto 29th, 2015 by Enrica De Tata
Posted by Enrica De Tata