Tiralatte elettrico o manuale Chicco, Medela, Avent: prezzi e utilizzo

Il tiralatte, manuale o elettrico che sia, pone alla mamma sempre tanti dubbi: come si usa, che marca comprare, quanto costa ma sopratutto se può interferire con l’allattamento. Nonostante numerosi studi scientifici dimostrino quanto sia importante il momento dell’allattamento sia per la madre sia per il bambino, vi sono dei casi in cui il contatto tra i due non è possibile.

tiralatte-600x350

Tuttavia, esiste un modo molto semplice e immediato per assicurare al bambino ciò di cui necessita, ossia tutto il nutrimento rappresentato dal latte materno. La modalità a cui facciamo riferimento prende il nome di tiralatte. Questo strumento consente di fornire il latte materno al neonato, anche in assenza della madre stessa. In genere, questa condizione rappresenta una seria necessità, poiché sarebbe senz’altro più semplice adottare le vecchie maniere, ossia allattare al seno ogni qualvolta il neonato ne abbia bisogno. Vi sono casi in cui la giovane madre non può ottemperare sempre a questo impegno a causa d’impegni lavorativi, l’accudimento di un secondo figlio, problemi fisici (ad esempio le ragadi) etc. Il tiralatte si costituisce, quindi, come un vero e proprio aiuto per una neo-mamma alle prese con condizioni che non le assicurano la continua presenza con il suo bambino.

Il tiralatte: come funziona?

I tiralatte attualmente in commercio possono essere di due tipi: manuale oppure elettrico, in entrambi i casi essi sono smontabili completamente, così da garantirne la frequente e completa sterilizzazione tra un utilizzo e l’altro. Entrambi tuttavia, non possono essere paragonati del tutto alla bocca di un neonato ma adempiono quasi perfettamente al loro ruolo. Il tiralatte, anche se non è paragonabile alla lingua di un bambino che produce un meccanismo di “sottovuoto” con il capezzolo, si avvale delle migliori tecnologie per tirare il latte dal seno materno. Il sistema che sfrutta è quello della pompa a vuoto. Quest’ultimo prevede che il tiralatte sia appoggiato facendo aderire perfettamente al seno, la coppa anteriore di cui è composto. Essa è creata, generalmente, con un tipo di silicone ipoallergenico, così da garantire alla donna che allatta meno intoppi possibili. Solo quando la coppa ha aderito perfettamente al seno, è possibile strizzare la pompetta (se il tiralatte è manuale) oppure azionare il motorino a batteria (in caso di tiralatte elettrico). In tal modo, si riempirà il biberon o bottiglietta sottostante: tale strumento consente di dare immediatamente il latte al proprio bambino oppure di conservarlo in frigorifero per un massimo di ventiquattro ore.

Tiralatte manuale o elettrico?

Detto ciò, è opportuno evidenziare alcune differenze tra un tiralatte manuale e uno elettrico. Scopriamo insieme le diverse tipologie di prodotto presenti sul mercato.

Il tiralatte manuale

Il primo corrisponde alla primissima versione di questo strumento, variante che ha creato numerosi fastidi alle braccia delle madri che l’hanno utilizzato. Essendo il tiralatte manuale uno strumento che richiede una certa fatica, esso non assicura alla madre il rilassamento e la calma di cui necessita per la raccolta del latte da garantire al suo bambino. La versione manuale del tiralatte potrebbe costituire una buona soluzione in casi rari, non se si ha già in partenza particolari problemi con l’allattamento. Uno dei casi in cui si preferisce un tiralatte manuale, è quando il bambino tende a non “succhiare” abbastanza, quindi vi è il rischio della generazione nella donna d’ingorghi mammari.

Il tiralatte elettrico

Un discorso differente va compiuto per il tiralatte elettrico. Esso può considerarsi una vera e propria conquista tecnologica per tutte le neo-mamme. Un tempo erano solo gli ospedali ad avere a disposizione sistemi elettrici di tiralatte, ora invece sono acquistabili da chiunque ne senta la necessità. Con questo, non vogliamo dire che con l’utilizzo di un tiralatte elettrico è sempre assicurata una produzione ottimale di latte materno. Precisiamo ciò poiché la produzione del latte non è solo influenzata dal suo “tiraggio” ma anche dalla produzione di ossitocina, ossia l’ormone preposto alla formazione del latte nel seno oppure dallo stress, che ne inibisce la produzione. I tiralatte elettrici più recenti possiedono un sistema di aspirazione d’intensità differenti, così da potersi adattare ai diversi seni delle donne e alle loro esigenze.

Tiralatte prezzi

Differenti sono i prezzi dei tiralatte, ovviamente se ci si dirige verso la scelta di un tiralatte manuale la spesa si aggira intorno ai quaranta o cinquanta euro, nel caso dei tiralatte elettrici essi possono arrivare a costare anche duecento euro. Tuttavia, se si preferisce quest’ultimo, è possibile trovare i migliori tiralatte a prezzi relativamente più bassi su siti quali amazon.it e simili.
L’uso di un tiralatte elettrico è senz’altro molto più semplice e richiede una fatica minore rispetto a quello manuale che, in genere, da’ l’impressione di star gonfiando una ruota di una bicicletta con le mani. I tiralatte elettrici possono essere caricati in una semplice presa della corrente, ma essi possono funzionare anche con batteria. Quest’ultima è una soluzione ottimale soprattutto se si viaggia spesso o se ci si trova in posti che non possiedono fonti di alimentazione idonee. Tra le numerose marche di tiralatte in commercio, ne esistono diverse che offrono compreso nel presso kit composti da tiralatte, biberon e piccoli barattoli per riporre il latte in frigo. Spesso un tiralatte elettrico è utile nei casi in cui il neonato deve necessariamente essere iscritto al nido già dai primissimi mesi, periodo in cui non è ancora iniziato lo svezzamento. In questi casi, dopo aver compiuto il “tiraggio”, sarà possibile riporre il latte in frigo e poi consegnarlo alle persone addette al nido che provvederanno a dare le poppate al neonato secondo le disposizioni della madre. Tuttavia, vi sono anche casi maggiormente nefasti in cui il tiralatte elettrico è una manna dal cielo. Facciamo riferimento al caso in cui il bambino nasca prematuro, quindi deve rimanere necessariamente in incubatrice per garantire la propria sopravvivenza. In tal modo la mamma potrà assicurare al proprio piccolo tutte le sostanze nutritive contenute nel proprio latte che favoriranno la crescita e la creazione di un forte sistema immunitario nel bambino.

Tiralatte Elettrico Medela Swing: miglior tiralatte?

In questo periodo il migliore tiralatte in commercio, stando alle numerosissime recensioni delle sue clienti, è quello progettato dall’azienda Medela. Uno dei migliori è il modello Medela 030.0028 Swing Tiralatte Elettrico Con Tettarella Calma. Si tratta di un dispositivo funzionante sia tramite presa elettrica sia a batteria, è dotato della possibilità di doppia estrazione e della tecnologia 2-Phase Expression. La tecnica della doppia estrazione prevede la possibilità di tirare il latte dai due seni contemporaneamente, strategia utilissima se si desidera aumentare la quantità di latte. La tecnologia 2-Phase Expression, invece, rende lo strumento molto simile ai movimenti del neonato: essa, infatti, garantisce il tiraggio del latte in due tempistiche differenti. La prima fase è quella in cui si simulano movimenti rapidi, la seconda prevede una stimolazione mediante movimenti più prolungati e vigorosi.

Tiralatte manuale Avent: comfort massimo grazie ai cuscinetti massaggianti

Il tiralatte manuale Avent è uno dei prodotti più apprezzati dalle mamme. Avent ha progettato un tiralatte dal design unico ed esclusivo, realizzato per consentire un flusso del latte più semplice e veloce. Con il tiralatte manuale Avent, infatti, il latte fluisce dal seno al biberon, anche quando la mamma è in posizione dritta.
Ciò si traduce in un comfort senza pari per la mamma che potrà sedersi in qualsiasi posizione senza doversi per forza chinare in avanti per far fuoriuscire meglio il latte.
Con i suoi morbidi cuscinetti con petali, il tiralatte manuale Avent conferisce una morbidezza assoluta alla mamma che lo usa. Utilizzando il tiralatte Avent la mamma proverà una piacevole sensazione di calore sulla pelle per una migliore stimolazione del capezzolo e della produzione di latte. Il cuscinetto con petali, infatti, riproduce esattamente il movimento della suzione del bambino e si adatta perfettamente alla maggior parte delle mamme. In dotazione, insieme al tiralatte Avent, la mamma potrà trovare un cuscinetto più grande, più adatto al suo corpo. Il suo design compatto ne rende più facile l’utilizzo: grazie all’impugnatura ergonomica, la mamma riuscirà ad avere la massima presa sul tiralatte ed un controllo completo durante l’uso. Il peso e le dimensioni del tiralatte sono davvero minime: la mamma potrà portarlo sempre con sé, anche in viaggio.
Il tiralatte manuale Avent è facile da assemblare e da smontare. Inoltre tutte le sue componenti possono essere lavate comodamente in lavastoviglie.

Tiralatte manuale Chicco NaturalFeeling

Il tiralatte manuale Chicco NaturalFeeling è stato progettato per rendere facile l’estrazione del latte. Questo prodotto garantisce un flusso continuo del latte materno. La sua impugnatura ergonomica caratterizzata da un rivestimento morbido, consente alla mamma di esercitare una presa sicura sul tiralatte durante il suo utilizzo. La campana realizzata in morbido silicone, assicura un comfort assoluto e garantisce delicatezza sulla pelle del seno.
Le mamme e le ostetriche italiane consigliano il tiralatte manuale Chicco Avent recensendolo positivamente grazie alla sa efficacia e al comfort assoluto.

Tiralatte elettrico o manuale Chicco, Medela, Avent: prezzi e utilizzo was last modified: novembre 16th, 2015 by Enrica De Tata
Posted by Enrica De Tata